APPUNTO DISCIPLINARE N. APD001


 

Nel mondo del KHS Martial Art la "pacata quiete" non è uno stato di grazia ma un luogo di appartenenza. Un suolo in cui dimorare ricevendo energie dalla stessa madre terra. Costatare che la maggioranza degli uomini ha finalità diverse stupisce. È come osservare gli altri giocare a scacchi, con le loro tattiche di sacrificio, per vincere una partita alla quale se ne aggiungeranno altre mille e ancora mille, mentre tu eri lì solo per ammirare la fattura degli scacchi e della scacchiera. Oggi prenderemo in considerazione l'appunto disciplinare numero APD001.

LA PACATA QUIETE

 Il KHS indica una disciplina che si fonda su presupposti spirituali più che tecnici  (M. Zannolfi)

Magnifici atleti hanno cercato di carpire, con la coscienza della logica, il metodo del camminamento, ma così facendo s’attardavano, se non addirittura indietreggiavano nel tratto, perdendo così la visione e le fattezze del sentiero, smarrendosi in chissà quale strada. L’acquisizione della quiete è un dono che si raggiunge quando molto di ciò in cui tu credi ti viene derubato o quando, consapevolmente, rinunci a tutto per non violare un credo, un tuo principio di vita. Un altro modo per accogliere la quiete è lambire la propria morte. Se si riesce a superare questi eventi e se l’animo persiste nel rimanere benevolo s’eleva in volute di pace e serenità. Un altro modo ancora è addestrarsi nell’arte della spada. Il termine Kenjitsu – l’arte di combattere con la spada – indica una disciplina che si fonda su presupposti spirituali più che tecnici. Suo scopo principale non è quello di vincere l'avversario in combattimento, bensì il buongoverno di sé. La serenità interiore e l'essere pronti ad ogni evento favoriscono e aiutano la giusta formazione mentale. Il che non solo è fondamentale nel combattimento con la spada, ma assume un valore indispensabile nella vita quotidiana. L'arte della spada va praticata quindi in armonia con i principi etici fondamentali, quali la benevolenza, la misericordia, l'onestà, l’onore e lealtà. Principi basilari nel bushidō, la morale del guerriero.