Page 7 - FISMM READ MORE ABOUT THE MARTIAL WORLD
P. 7

ARTEMARZIALE.ORG
                                                                                   TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI





      una volta, accanto al  mito, si profila una innegabile  portavano appese a una  propria  cintura, in orizzontale,
      influenza cinese. La lavorazione del ferro era  conosciuta  col taglio rivolto verso il basso. Chiamate Tachi, avevano
      nella Cina del Nord sin  dal VI secolo prima di Cristo. I  una forte curvatura e la loro lunghezza si aggirava
      giapponesi  vennero a conoscenza dei suoi segreti  normalmente fra i 65 e i 70 cm. Alcune, tuttavia, potevano
      probabilmente intorno al 362 d.C., durante l'invasione che li  essere più lunghe.
      portò in Corea e Cina. Anche la tecnica di forgiatura, come
      gran parte della cultura marziale e della filosofia Buddhista  Tantô
      sembrano essere approdate nelle loro ferme più sofisticate   Lame di lunghezza inferiore ai 30,3 cm. (1 shaku) anche
      proprio in quest'epoca.                                 dette Koshigatana.

      Col termine NippontÔ s'intendono diverse tipologie di lame  Uchigatana
      sia da fianco che d'asta. Le spade vere e proprie (TÔken),  (Katana) Questo tipo di lama sostituì la Tachi a metà del
      prerogativa esclusiva dei Samurai, erano la Tachi e la  periodo Muromachi e restò in  uso fino alla fine del
      Katana. Come accennato nell'introduzione, solo i Samurai,  periodo Edo (comunque si continuarono a costruire Tachi
      anticamente, potevano  portare lame superiori ai  60 cm.  anche nei periodi Shintô e Shinshintô, specialmente nella
      Queste, generalmente, venivano esibite dagli uomini d'armi  provinzia di Hizen). La sua lunghezza andava dai 60,6 cm.
      in speciali combinazioni (DaishÔ) comprendenti due lame:  (2 shaku) in su. Essendo generalmente più corta  della
      (Tachi e TantÔ prima del XVIII secolo; Ukhigatana e  Tachi, la Katana si portava infilata  nell'Obi col  taglio
      Wakizaschi, dopo il XVII secolo. Secondo il  tipo di  rivolto vero  l'alto. Il termine Katana, che in tempi più
      montatura le spade si portavano sospese o infilate nella  antichi designava in realtà il Tantô, viene usato anche per
      fascia-cintura (Obi).                                   certe sciabole forgiate come Tachi, ma poi accorciate col
                                                              procedimento Suriage, che prevede il  taglio  del codolo.
                                                              Altro nome  della Katana è Daitô.  Se particolarmente
      In ordine alfabetico:                                   lunga, può anche definirsi Ôkatana.

                                                              Wakizashi
      Aikuchi                                                 La lunghezza di queste spade, che venivano portate come
      (Hamidashi) trattasi di Tantô con montature particolari.   la Katana, varia dai 30,3 cm. (1 shaku) ai 60,6  cm (2
                                                              shaku). Quelle più corte fra i 36 e i 40 cm. si chiamano Ko
      Chiisagatana                                            wakizashi. Durante il periodo Momoyana e fino alla fine
      (Lame di lunghezza compresa fra i 55 e i 59 centimetri.  di quello Edo. La Wakizaschi era portata insieme alla
      Generalmente di gran pregio, poiché  destinate ad  essere  Katana, componendo così il Daishô.
      portate con un particolare abito cerimoniale a corte.
                                                              Yoroi – Doshi
      Hachiwara                                               Lama di lunghezza compresa fra i 23 e i 30 cm. capace di
      Non era  propriamente una lama, tuttavia veniva portata  penetrare fra le lamelle  della armature e a tale  scopo
      come tale. Lunga circa 30 centimetri e di sezione quadrata  utilizzata. Si portava infilata verticalmente nell'Obi, dietro
      era munita di un uncino al forte per parare i colpi di spada  la schiena,  ma anche sul fianco  destro, col taglio verso
      ed eventualmente spezzarne la lama.  Corrispondeva alla  l'alto, perciò fu anche chiamata Metazashi, che appunto
      “Mano Sinistra”, occidentale.                           significa: da fianco destro.

      Kaiken                                                  Jitte
      Pugnali portati dalle donne con lama di circa 13 centimetri.  Non si tratta propriamente di una lama anche se era
                                                              portato come tale. Lungo circa 30 centimetri con sezione
      Nodachi                                                 quadrata, esagonale o tonda; era usato per parare i colpi
      Spada lunghissima e pesante usata nei primi secoli della  di spada e spezzarne la lama dell’ avversario. Durante il
      storia giapponese dai guerrieri a cavallo. Era più lunga di  periodo Edo era il simbolo dei poliziotti e dei pubblici
      un buon 25% circa rispetto a una spada normale e veniva  ufficiali del governo che lo usavano come distintivo.
      portata sulla schiena a tracolla, con l'elsa sopra la spalla
      sinistra e il cordone di ritegno allacciato al fianco destro.
                                                              Secondo la morfologia (Tsukurikomi) delle lame, le spade
      Tachi                                                   giapponesi vengono  designate con un termine che ne
      Dal periodo  Heian fino al primo Muromachi le spade si  contrassegna  lo stile, per esempio: Hirazukuri (col piatto


                                                        READ MORE ABOUT THE MARTIAL WORLD                  PAGINA 7
   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12